4761c86415594b28e8a8351aa7201d7f.png

La nostra storia

C’era una volta un ciocco di legno...

“C’era una volta un ciocco di legno...”. Così inizia il romanzo di Carlo Lorenzini, detto Collodi. Ed è proprio o quasi da lì, che sarebbe iniziata un’altra storia.  Quella della Locanda Pinocchio. L’idea, nasce alla fine degli anni novanta, minuto più, minuto meno. Ricreare le magiche atmosfere de Le Avventure di Pinocchio, il leggendario lungometraggio di Luigi Comencini, per trasferirle in una Locanda dove, secondo Remo Sabatini, ideatore del progetto, la clientela avrebbe potuto ritrovarsi per assaporare quei profumi e quel gusto tipici di una cucina tradizionale e innovativa al tempo stesso. Così, con l’inaugurazione nell’agosto del 1997, la Locanda Pinocchio inizia la sua storia.

La Locanda Pinocchio, oggi magistralmente diretta da Francesco Tantucci, continua il suo viaggio tra fiaba e realtà dove, tra sapori e profumi, giorno dopo giorno, la magia si ripete di fronte al caminetto di Geppetto o nella sala del Grillo Parlante.

Come all’Osteria del Gambero Rosso, anche alla Locanda Pinocchio, la guida della cucina è fondamentale.

Così, Francesco si è affidato ad uno chef che, seppur giovane, ha alle spalle grande esperienza e professionalità. Doti che, condite ad una fervida fantasia, garantiscono varietà e novità alla carta destinata a clienti e visitatori.

Qualità e percorsi gastronomici del territorio, sono tra le caratteristiche imprescindibili della Locanda Pinocchio che, ancora oggi, torna a stupire la sua clientela. L’olio, ottenuto per spremitura a freddo, frutto dell’uliveto presente presso l’azienda, è uno dei fiori all’occhiello della Locanda. Così come i frutti dell’orto, che, durante la stagione, garantiscono fragranza e ineguagliabile freschezza. Le carni? Tutte garantite e di livello superiore.